Mailing list





* campi obbligatori

Il Sogno Creativo...Se sogniamo qualcosa...


Condividi questo articolo »

Il Sogno Creativo...Se sogniamo qualcosa...

"Le persone raramente raggiungono il successo a meno che non si divertano nel fare quello che stanno facendo." (Dale Carnegie)


La prima cosa da fare, per stimolare la forza che c'è dentro di noi, è questa: imparare a sognare in modo creativo. Se sogniamo qualcosa abbastanza a lungo e con determinazione, è come se aprissimo una porta dalla quale entrano forze potenti che guidano e sostengono gli sforzi da compiere perché il sogno si avveri.
Il sogno creativo, in altri termini, attiva quel potere che ci aiuta a raggiungere il successo. I sognatori sono quasi sempre ottimisti. Il pessimista crede che non possa succedere niente di buono; i sognatori invece credono che niente sia troppo bello per essere vero. Vivono con entusiasmo, perché i loro sogni contribuiscono a generarlo. Non ha importanza quanta possa sembrare inverosimile o irraggiungibile il sogno. Se perseveriamo, se abbiamo abbastanza fede in noi stessi e nelle nostre potenzialità al punto tale di non mollare, impegnandoci perché il sogno si avveri, tutto ciò che desideriamo si concretizzerà, e non per magia, ma più semplicemente perché l'abbiamo voluto con tutta la forza che possediamo.

Dobbiamo imparare a lavorare sui sogni.
Occorre dar loro una forma, metterli a fuoco, ancorarli ai loro contenuti. Bisogna costruire una via su cui possano passare dal regno della fantasia al mondo della realtà. In altre parole, bisogna imparare a fissare degli Obiettivi. Quattro secoli fa Michel de Montagne scriveva: "Nessun vento è propizio a chi non si dirige in nessun porto".
Chi nella vita non ha obiettivi definiti è destinato a navigare sempre in tondo, sempre senza timone, continuamente esposto a frustrazioni, senza mai arrivare in nessun luogo: questo intendeva Montagne. Quando ci poniamo obiettivi chiari e definiti; quando ci manteniamo tenacemente fedeli agli obiettivi nonostante periodi di delusione, frustrazione o, addirittura, apparente fallimento, o ancora quando c'immaginiamo nell'atto di progredire costantemente verso la nostra meta, fino a raggiungerla, a quel punto scaturisce in noi, dal profondo, una forza così potente da essere praticamente irresistibile. Stiamo trasformando i nostri sogni in realtà. Non è facile riuscire a porsi degli obiettivi. Come ogni altra capacità, anche questa richiede studio ed esercizio. Per acquisirne padronanza, occorre sviluppare un atteggiamento positivo. Quando ci sentiamo falliti o senza scopo, applichiamo queste quattro regole: Educhiamo la nostra facoltà di fissare degli obiettivi, ovvero prendiamo la cosa sul serio; Impariamo a distinguere tra gli obiettivi a lungo termine e quelli a breve termine; Decidiamo quanti possiamo attuarne e valutiamo realisticamente la quantità di tempo e di sforzo che può rendersi necessaria.
L'obiettivo deve valere il suo costo. Votiamoci all'eccellenza; A volte si sente dire: "Ancora non so proprio cosa voglio fare nella vita." Può anche essere, ma in attesa che l'obiettivo si presenti o si chiarisca, niente c'impedisce di mirare a un obiettivo di suprema importanza: fare tutto al meglio delle nostre possibilità, sfruttare al massimo ogni nostro talento o capacità. Impariamo a distinguere tra obiettivi e desideri; Non basta desiderare una cosa per farla accadere.
Le favole che tutti abbiamo amato da bambini sono piene di formule magiche che danno la felicità all'istante e di incantesimi che fanno avverare i sogni; ma siamo nel regno della fantasia, non in quello reale. La ragione per cui quelle storie hanno esercitato tanto fascino nel corso dei secoli è che promettono abbaglianti conquiste senza sforzo. Non è così la vita. Parecchia gente si ostina in desideri che in realtà non sono altro che fantasie. Non bisogna rimanere con le mani in mano; dobbiamo avere un programma ben definito, delle scadenze, un obiettivo. Prepariamoci agli obiettivi finali raggiungendo obiettivi intermedi; L'allenamento e l'esperienza che si acquistano nel raggiungere un obiettivo secondario preparano a perseguire l'obiettivo primario. Non dobbiamo cercare di raggiungere l'obiettivo con un balzo, ma avanzando per gradi con il lavoro: prepariamoci al successo un passo dopo l'altro. Alla fine saremo pronti.

A cura di Sonia Angioi

Se vuoi restare in contatto con noi puoi iscriverti alla NEWSLETTER di TARGET SCHOOL oppure unirti attraverso le pagine:
TARGET SCHOOL oppure
GIORGIO PISANO oppure
LINKEDIN oppure
Giorgio Pisano CANALE TISCALI SOCIAL NEWS oppure
CANALE YOUTUBE TARGET SCHOOL

a cura di: Sonia Angioi

pubblicato il: 27/11/2014

Sogni creativi, imparare a sognare,

Clicca qui per acquistare il libro

Articoli correlati

Discorsi di condominio interno.

28/12/2018

Dialogo interno,

Se voglio apportare un CAMBIAMENTO e non riesco a trovare la forza per AGIRE

03/10/2018

Gestione del cambiemento, resistenza al cambiamento

Perseguire obiettivi al di fuori del proprio controllo/responsabilità è come ….

02/03/2018

obiettivi al di fuori della propria responsabilità

Target School

Via Turati 4/d- 4 PIANO - 09045 Quartu Sant'Elena
Tel (+39) 070 880074 - Fax
email: info@targetschool.it

Copyright ©2014. Tutti i diritti riservati. Credits Karalisweb